Autore Topic: Circo non circo  (Letto 197 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ufficio1

  • Membro Senior
  • ****
  • Post: 201
    • Mostra profilo
Re:Circo non circo
« Risposta #3 il: 31 Agosto 2020, 11:40:12 »
Credo sia impossibile configurare il caso degli spettacoli di strada, perchè non ci devono essere apprezzabili strutture. Nel mio caso si tratta di una struttura importante (compresi i tiranti: lunghezza 38 metri, larghezza 30; altezza 12) che stazionerà per 10 giorni. Allego estratto del Manuale d'uso (ora è diversa la proprietà e l'insegna).
Quindi come possiamo fare? Arrivano domani...
Mi hanno detto che nessun Comune ha mai sollevato loro questo problema perchè loro sono un circo contemporaneo e non un circo equestre e ginnastico ... ne usano solo la struttura, nata così...

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Circo non circo
« Risposta #3 il: 31 Agosto 2020, 11:40:12 »

 


Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 5.306
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Re:Circo non circo
« Risposta #2 il: 28 Agosto 2020, 17:43:55 »
Se citi l'art. 4 della legge 337 e il dm 11/05/09 che è uno dei tanti aggiornamenti dell'elenco delle attrazioni, allora non ci vedo chiaro. E' un'attrazione che entra nel campo applicativo del DM 18/05/07 e come tale necessita di registrazione.

L'altra chiave di lettura potrebbe essere rappresentata dallo "spettacolo di strada".

Se si va a vedere l’elenco delle attrazioni, la sezione VI (relativamente recente) è rubricata “SPETTACOLO DI STRADA”. La descrizione è la seguente: Attività spettacolare svolta sul territorio nazionale senza l'impiego di palcoscenico, di platea e apprezzabili attrezzature, con il pubblico disposto in cerchio, ovvero svolta in modo itinerante con il pubblico in movimento, grazie alle sole capacità attoriali degli artisti, ovvero attraverso l'impiego di "minimi" strumenti ad uso esclusivo degli artisti. Il numero degli addetti scritturati nell'attività deve essere inferiore ad 8 e il numero delle rappresentazioni eseguite nell'arco dell'anno deve essere inferiore a 150.

Parallelamente, il DM 18/05/2007 dispone che le attività di "spettacolo di strada" di cui alla sezione VI dell'elenco di cui all'art. 4 della legge 18 marzo 1968, n. 337, sono escluse dal campo di applicazione del presente decreto, fermo restando l'obbligo del rispetto delle vigenti norme di sicurezza a tutela del pubblico e degli artisti

In questo senso, essendo esclude dal DM del 2007 non nessitano di registrazione

Offline Ufficio1

  • Membro Senior
  • ****
  • Post: 201
    • Mostra profilo
Circo non circo
« Risposta #1 il: 28 Agosto 2020, 16:07:39 »
Scusate il gioco di parole nell'oggetto, ma spero di aver reso il problema: è  pervenuta, a nome di un'associazione culturale (con incarico del nostro ufficio cultura....), istanza di rilascio di autorizzazione per pubblici spettacoli (definiti: spettacolo ripetuto in chiave di teatro di posa) con una struttura munita di 'Manuale d'uso', dal quale risulta che si tratta di un CIRCO EQUESTRE E GINNASTICO ai sensi dell'art. 4 della L. 337/1968 e DM 11/05/2009, Medie attrazioni, realizzato nel 2011. E' una struttura non registrata ai sensi del DM 18 maggio 2007 e in effetti non è stata presentata istanza per attività temporanea di spettacolo circense.
E possibile procedere con 'normale' autorizzazione di pubblico spettacolo?