Autore Topic: laboratorio artiginale di gastronomia - somministrazione senza SCIA  (Letto 90 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 5.117
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Re:laboratorio artiginale di gastronomia - somministrazione senza SCIA
« Risposta #2 il: 07 Settembre 2020, 17:36:50 »
Per rispondere meglio alla domanda occorrerebbe sapere in quale regione si trova l’esercizio in questione. Le sanzioni per la somm.ne abusiva sono dettate, quasi sicuramente, dalla relativa legge regionale.
In ogni caso, l’ordinanza di chiusura non potrebbe riguardare l’attività artigianale ma solo quella abusiva della somm.ne: Tizio continua ad esercitare solo la gastronomia e paga la sanzione per l’esercizio della somm.ne abusivo.
Tiene presente che in qualche regione, è ammessa la c.d. somm.ne non assistita anche per le imprese artigiane alimentari. Da vedere, anche in questo caso, i particolari dell’accaduto

Forum del Portale Omniavis.it

Re:laboratorio artiginale di gastronomia - somministrazione senza SCIA
« Risposta #2 il: 07 Settembre 2020, 17:36:50 »

 


Offline cipodipo

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 25
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
laboratorio artiginale di gastronomia - somministrazione senza SCIA
« Risposta #1 il: 04 Settembre 2020, 09:46:04 »
buongiorno,
ad un laboratorio artigianale di gastronomia che ha effettuato attività di somministrazione senza che abbia fatto comunicazione all'ufficio Suap (Scia), è stato elevato verbale di contestazione. Successivamente, dovrà seguire una ordinanza di chiusura oppure, visto che in quel locale è presente una attività artigianale legittima, è sufficiente la sanzione già commissionata da parte del corpo di polizia? grazie