Autore Topic: Requisiti professionali acconciatore  (Letto 141 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 5.188
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Re:Requisiti professionali acconciatore
« Risposta #2 il: 21 Settembre 2020, 17:27:32 »
E' corretto quello che dici, hai riassunto bene. Da quello che esponi mi sa che il soggetto non ha i requisiti. L’apprendista parrucchiere non mi sembra una locuzione che lascia pensare al requisito per l’esercizio autonomo anche perché, in genere, anche chi terminava il corso passava poi dalla Commissione Artigianato / CCIAA per il riconoscimento.

Vista la situazione, puoi sentire la CCIAA se, nella banca dati storica, hanno mai emesso un riconoscimento per tale soggetto e potresti sentire la Regione se agli atti storici, quel corso è stato mai previsto come abilitante all’esercizio autonomo

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Requisiti professionali acconciatore
« Risposta #2 il: 21 Settembre 2020, 17:27:32 »

 


Offline Bulgari

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 6
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Requisiti professionali acconciatore
« Risposta #1 il: 18 Settembre 2020, 16:40:07 »
Buongiorno,
Vi pongo un quesito in merito all'attività di acconciatore.
Un soggetto presenta una SCIA per l'apertura di una nuova attività di acconciatore dimostrando quale requisito professionale l'attestato di un corso "di avviamento professionale per apprendista parrucchiere" svolto nel 1985 sul quale, ad esclusione del nome dell'istituto che lo ha rilasciato, non compaiono segni di riconoscimento dell'istituto stesso da parte di enti competenti (stato, regione etc...).
Da una ricerca l'istituto sembra non essere più esistente.

Nella consapevolezza del principio per il quale è requisito sufficiente per l'avvio dell'attività il conseguimento di diplomi e attestati professionali biennali rilasciati a seguito della frequenza di corsi professionali autorizzati o riconosciuti dagli organi pubblici competenti, conseguiti entro l’anno solare 2008/2009, come posso valutare l'attestato presentato?

Considerando inoltre che il soggetto ha svolto l'attività di acconciatore alle dipendenze di altri professionisti e sapendo che da dicembre 2011 la sola esperienza professionale non è più sufficiente per svolgere l’attività di acconciatore, se l'attestato non fosse ritenuto valido il soggetto non sarebbe in possesso dei requisiti, corretto?

Grazie