Autore Topic: Appalto Tutor (autovelox) e successivo contratto.  (Letto 93 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline LoMax

  • Esperto
  • ***
  • Post: 66
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Appalto Tutor (autovelox) e successivo contratto.
« Risposta #1 il: 30 Ottobre 2020, 08:10:35 »
Buongiorno.
Il Responsabile di Settore, a suo tempo, ha indetto gara per l'utilizzo dell'impianto in oggetto, legando il corrispettivo da elargire all'aggiudicatario dell'appalto di locazione, non a canone fisso come prescritto dalla direttiva ministeriale (M.I.) del 21.07.2017, ma in base alle violazioni riscosse.
In sede di stipula del contratto ci è stato chiesto di dare un'occhiata allo stesso, dacché abbiamo rilevato il contrasto con la direttiva su richiamata, riferendo letteralmente: << Le spettanze da elargire all'aggiudicatario dell'appalto di locazione devono essere rapportate alle disposizioni degli artt. 142/12 ter e 208 C.d.S., relative alla destinazione dei proventi degli illeciti amm.vi, ove è prevista la possibilità della fornitura dei mezzi tecnici necessari per i servizi di polizia stradale. Il corrispettivo perciò deve essere sempre commisurato al costo delle apparecchiature e/o in funzione del tempo di utilizzo delle stesse e non legato alle sanzioni eventualmente riscosse>>.
Ciò premesso, pongo la seguente domanda:
può l'ente rinegoziare con la ditta aggiudicataria (unica partecipante alla gara) ottemperando alle prescrizioni della suddetta direttiva o necessita indire nuova gara, poichè qualcuno potrebbe dire ma se si trattava a canone fisso avrei partecipato?
Grazie per le risposte
« Ultima modifica: 30 Ottobre 2020, 08:52:41 da LoMax »

Forum del Portale Omniavis.it

Appalto Tutor (autovelox) e successivo contratto.
« Risposta #1 il: 30 Ottobre 2020, 08:10:35 »