Autore Topic: COMMERCIO INGROSSO CONGIUNTAMENTE COMMERCIO AL DETTAGLIO  (Letto 75 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ROSALBA

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 12
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:COMMERCIO INGROSSO CONGIUNTAMENTE COMMERCIO AL DETTAGLIO
« Risposta #3 il: 25 Novembre 2020, 14:30:17 »
Grazie infinite mi ha chiarito molto
Rosalba

Forum del Portale Omniavis.it

Re:COMMERCIO INGROSSO CONGIUNTAMENTE COMMERCIO AL DETTAGLIO
« Risposta #3 il: 25 Novembre 2020, 14:30:17 »

 


Offline Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 5.285
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Re:COMMERCIO INGROSSO CONGIUNTAMENTE COMMERCIO AL DETTAGLIO
« Risposta #2 il: 21 Novembre 2020, 12:33:34 »
Se il soggetto stesse solo comunicando che unitamente al dettaglio eserciterà anche l’ingrosso usando la stessa superficie, non vedrei nessun problema. L’esercizio congiunto del dettaglio e dell’ingrosso è una fattispecie ricorrente, anzi direi che quasi tutti gli esercizi commerciali vendono anche all’ingrosso quando se ne presenta l’opportunità (fornitura di con fattura ad altro utilizzatore professionale).
Dal 2010, con il d.lgs. n. 59/2010 sono stati tolti tutti tuitti i dubbi sulla legittimità dell’esercizio congiunto in senso lato.

Le varie norme regionali prevedono degli “sconti” sul calcolo della superficie di quando l’esercente vende determinati prodotti al dettaglio (merci ingombranti) o quando tali prodotti sono venduti sia al dettaglio che all’ingrosso (come nel tuo caso).

Se NON si tratta della vendita esclusiva dei prodotti elencati non devi fare calcoli. Semplicemente, la superficie di vendita destinata all’uso promiscuo dettaglio + ingrosso sarà conteggiata come tutta al dettaglio e quindi non ci saranno “sconti”: vicinato, media o grande avranno i limiti normali e le normali procedure. La superficie non deve essere divisa. Potranno entrare sia consumatori finali che operatori professionali e le casse saranno pronte sia a vendere la dettaglio che all’ingrosso. Non devi sapere qual è l’attività prevalente, sarebbe irrilevante per te.

Quando l’azienda vende al dettaglio e all’ingrosso esclusivamente i prodotti di cui all’elenco, allora, i primi 5.000 mq di superficie di vendita sono conteggiati per la metà. Ad esempio, un esercizio con sup. di vendita pari a 6000 mq sarà valutato, ai fini amministrativi e ai fini della relativa procedura abilitativa come avente superficie pari a 3500 mq (5000/2 + la parte eccedente i 5000, quindi + 1000).


Offline ROSALBA

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 12
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
COMMERCIO INGROSSO CONGIUNTAMENTE COMMERCIO AL DETTAGLIO
« Risposta #1 il: 20 Novembre 2020, 13:07:26 »
Buongiorno,
Chiedo aiuto in merito a commercio ingrosso svolto congiuntamente al dettaglio  (REGIONE EMILIA ROMAGNA ) premesso che e' possibile,,,, ho un dubbio in quanto una GSV ha inoltrato all'ufficio una scia di avvio commercio ingrosso per il totale dei mq dedicati al commercio al dettaglio (ad esempio ha 7 mila mq autorizzati al dettaglio loro vogliono destinare altrettanti 7 mila all'ingrosso io ho questa disposizione in merito :
E' possibile esercitare l'attività di vendita all'ingrosso ed al dettaglio congiuntamente nei medesimi locali, ma il conteggio della superficie di vendita per la classificazione dell'attività come esercizio di vicinato, media o grande struttura è differente in relazione alla merceologia trattata, infatti:

1) per gli esercizi che commercializzano i seguenti prodotti:

a) macchine, attrezzature e articoli tecnici per l'agricoltura, l'industria, il commercio e l'artigianato;

b) materiale elettrico;

c) colori e vernici, carte da parati;

d) ferramenta ed utensileria;

e) articoli per impianti idraulici, a gas ed igienici;

f) articoli per riscaldamento;

g) strumenti scientifici e di misura;

h) macchine per ufficio;

i) auto-moto-cicli e relativi accessori e parti di ricambio;

j) combustibili;

k) materiali per l'edilizia;

l) legnami;

la superficie di vendita al dettaglio è computata nella misura di almeno il 50% della superficie lorda complessivamente utilizzata per la vendita all'ingrosso e al dettaglio quando questa non sia superiore a 5.000 mq. La parte di superficie eccedente le succitate dimensioni viene considerata esclusivamente come superficie per la vendita al dettaglio. Al fine di potersi avvalere di tale conteggio della superficie di vendita è obbligatoria la sottoscrizione di un atto d'impegno d'obbligo da parte dell'operatore con cui il medesimo si impegna a non introdurre e vendere merci diverse da quelle tassativamente indicate o a comunicare preventivamente al Comune competente per territorio qualsiasi variazione intenda apportare alle merceologie commercializzate.

2) per gli esercizi che commercializzano prodotti diversi da quelli elencati al precedente punto 1) l'intera superficie è computata come superficie di vendita al dettaglio.

 MI SONO PERSA NEI CONTEGGI ....
QUI MI SEMBRA DI CAPIRE CHE DEVONO ESSERE INDICATI I MQ DA DESTIANRE ALL'INGROSSO QUANTO AL DETTAGLIO al fine di capire quale e' l'attività' prevalente .. chiedo conferma se ho capito bene e come conteggiare questi mq all'ingrosso.

INOLTRE CHIEDO UNA CONFERMA
I MQ DEDICATI ALL'INGROSSO VENGONO TOLTI AL DETTAGLIO ? PERHCE' OVVIAMNTE LA SOCIETA' NON VUOLE PERDERE QUESTI MQ MA FARLI COESISTERE INSIEME

GRAZIE INFINITE A CHI MI PUO' CHIARIIRE HO CONTATTATO ANCHE LA CAMERA DI COMMERCIO MA NON MISA DARE RISPOSTA HELPPPPPP
ROSALBA