Autore Topic: Smat working  (Letto 58 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 21.815
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Smat working
« Risposta #2 il: 23 Novembre 2020, 20:45:14 »
Buonasera dott. Chiarelli,

se le vengo a noia me lo dica, finché gentilmente mi risponde ne approfitto.

Espongo il caso capitato ieri: controllo all'interno di una palestra, ove accertata la presenza di nr. 5 persone, dichiaratesi istruttori, i quali, ciascuno in un diverso locale, effettuavano esercizi ripresi dalla telecamera di un cellulare. Altresì vi era la presenza di altra persona, che affermava di essere una dietologa, che durante le riprese forniva indicazioni circa l'assunzione di alimenti adeguati all'esercizio ginnico.

Gli stessi affermavano che l'attività posta in essere era consentita, in quanto veniva esercitata, non alla presenza fisica dei loro clienti, ma tramite il cosiddetto smart working.

Credo che questa modalità lavorativa, proprio nello spitito delle norme succedutesi nel tempo, debba essere svolta a casa propria e non all'interno di una palestra che di fatto deve essere chiusa. Potrebbe darmi la sua opinione?

Secondo me NON è vietata la presenza di personale dipendente anche presso una struttura di palestra che chiaramente chiusa al pubblico
* * * * * * * * * *
Dott. Simone Chiarelli
simone.chiarelli@gmail.com
tel. 3337663638
* * * * * * * * * *
https://www.youtube.com/user/simonechiarelli

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Smat working
« Risposta #2 il: 23 Novembre 2020, 20:45:14 »

 


Offline marinella

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 2
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Smat working
« Risposta #1 il: 21 Novembre 2020, 13:09:30 »
Buonasera dott. Chiarelli,

se le vengo a noia me lo dica, finché gentilmente mi risponde ne approfitto.

Espongo il caso capitato ieri: controllo all'interno di una palestra, ove accertata la presenza di nr. 5 persone, dichiaratesi istruttori, i quali, ciascuno in un diverso locale, effettuavano esercizi ripresi dalla telecamera di un cellulare. Altresì vi era la presenza di altra persona, che affermava di essere una dietologa, che durante le riprese forniva indicazioni circa l'assunzione di alimenti adeguati all'esercizio ginnico.

Gli stessi affermavano che l'attività posta in essere era consentita, in quanto veniva esercitata, non alla presenza fisica dei loro clienti, ma tramite il cosiddetto smart working.

Credo che questa modalità lavorativa, proprio nello spitito delle norme succedutesi nel tempo, debba essere svolta a casa propria e non all'interno di una palestra che di fatto deve essere chiusa. Potrebbe darmi la sua opinione?