Autore Topic: Dubbi su materia appalti  (Letto 131 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 21.756
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Dubbi su materia appalti
« Risposta #3 il: 26 Novembre 2020, 09:36:38 »
1)Nelle procedure negoziate con bando e ristrette può capitare di affidare il servizio la fornitura o il lavoro all'operatore uscente. Come giustifico successivamente per le linee guida Anac che è venuto meno il principio di rotazione? Il principio di rotazione vale solo per l'affidamento diretto?
Principio di rotazione vale per TUTTO ... chiunque è operatore uscente rientra nel principio.
Quindi devi valutare di NON invitare operatore uscente
Ecco alcuni spunti: https://www.google.com/search?q=principio+rotazione+chiarelli+youtube&oq=principio+rotazione+chiarelli+youtube&aqs=chrome.0.69i59.351j0j9&sourceid=chrome&ie=UTF-8


2) La procedura negoziata senza bando è praticamente equiparabile alla ristretta? Alla fine mi pare di capire che è la stazione appaltante a decidere l'operatore così come nella ristretta.
NOOO
Nella ristretta si fa manifestazione di interesse e si invitano o tutte le imprese o a sorteggio un certo numero. NON sei te che le scegli.
Nella negoziata scegli te chi invitare


3) Nel settore degli appalti pubblici, per accordo quadro si intende un accordo tra una stazione appaltante e uno o più operatori economici, individuati con procedura di gara, in cui si definiscono le condizioni della fornitura (es. prezzi, qualità), rimandando a successivi “appalti specifici” l'approvvigionamento effettivo delle singole amministrazioni.
Detto questo il dubbio che ho è il seguente: Come faccio a definire e determinare con esattezza gli impegni di spesa e prevedere con esattezza le uscite per la predisposizione  del bilancio di previsione?
Ad esempio per un accordo quadro con una ditta di manutenzione del parco veicoli del comune..... come faccio a prevedere nel bilancio di previsione le spese se le stesse verranno sostenute successivamente anche in base agli eventi che si presenteranno ? (non posso già sapere quante auto avranno bisogno di manutenzione straordinaria, o quanti scuolabus si danneggeranno, o altro).
Fai una stima sui dati storici, anzianità dei veicoli ecc... e se del caso, se sei senza soldi ... lasci fermi i veicoli!
Il futuro non è prevedibile! Semmai farai nuovo accordo quadro all'occorrenza
* * * * * * * * * *
Dott. Simone Chiarelli
simone.chiarelli@gmail.com
tel. 3337663638
* * * * * * * * * *
https://www.youtube.com/user/simonechiarelli

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Dubbi su materia appalti
« Risposta #3 il: 26 Novembre 2020, 09:36:38 »

 


Offline ivofas86

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 2
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Re:Dubbi su materia appalti
« Risposta #2 il: 25 Novembre 2020, 11:33:04 »
Resto in attesa di un gentile riscontro ....

Offline ivofas86

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 2
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
Dubbi su materia appalti
« Risposta #1 il: 22 Novembre 2020, 08:36:49 »
Salve da qualche giorno ho iniziato ad approcciare la materia sugli Appalti e ho alcune domande da porre sperando di ricevere delle risposte per schiarirmi un pò le idee:

1)Nelle procedure negoziate con bando e ristrette può capitare di affidare il servizio la fornitura o il lavoro all'operatore uscente. Come giustifico successivamente per le linee guida Anac che è venuto meno il principio di rotazione? Il principio di rotazione vale solo per l'affidamento diretto?

2) La procedura negoziata senza bando è praticamente equiparabile alla ristretta? Alla fine mi pare di capire che è la stazione appaltante a decidere l'operatore così come nella ristretta.

3) Nel settore degli appalti pubblici, per accordo quadro si intende un accordo tra una stazione appaltante e uno o più operatori economici, individuati con procedura di gara, in cui si definiscono le condizioni della fornitura (es. prezzi, qualità), rimandando a successivi “appalti specifici” l'approvvigionamento effettivo delle singole amministrazioni.
Detto questo il dubbio che ho è il seguente: Come faccio a definire e determinare con esattezza gli impegni di spesa e prevedere con esattezza le uscite per la predisposizione  del bilancio di previsione?
Ad esempio per un accordo quadro con una ditta di manutenzione del parco veicoli del comune..... come faccio a prevedere nel bilancio di previsione le spese se le stesse verranno sostenute successivamente anche in base agli eventi che si presenteranno ? (non posso già sapere quante auto avranno bisogno di manutenzione straordinaria, o quanti scuolabus si danneggeranno, o altro).

Forse saranno domande "stupide" ma ho appena iniziato lo studio di questo argomento.

In attesa di un vostro riscontro vi ringrazio anticipatamente