Autore Topic: Circolo Privato - Arti Marziali  (Letto 8038 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 20.753
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Circolo Privato - Arti Marziali
« Risposta #9 il: 08 Ottobre 2012, 20:12:16 »
Quindi, ricapitolando:
Atto costitutivo - Statuto - Registrazione all'ufficio dell'entrat per l'assegnazione del Codice Fiscale.

Giusto?

Grazie ancora.

Corretto ... ma approfondisci i vari aspetti con il commercialista

Forum del Portale Omniavis.it

Re:Circolo Privato - Arti Marziali
« Risposta #9 il: 08 Ottobre 2012, 20:12:16 »

 


Rako

  • Visitatore
Re:Circolo Privato - Arti Marziali
« Risposta #8 il: 08 Ottobre 2012, 19:52:16 »
Quindi, ricapitolando:
Atto costitutivo - Statuto - Registrazione all'ufficio dell'entrat per l'assegnazione del Codice Fiscale.

Giusto?

Grazie ancora.

Online Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 20.753
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Circolo Privato - Arti Marziali
« Risposta #7 il: 08 Ottobre 2012, 19:28:24 »
Il CODICE FISCALE va richiesto da tutte le associazioni, anche da quelle che non svolgono alcuna attività imponibile ai fini tributari.

Vedi allegato

Rako

  • Visitatore
Re:Circolo Privato - Arti Marziali
« Risposta #6 il: 08 Ottobre 2012, 11:59:51 »
Nessuno sa aiutarmi?

Rako

  • Visitatore
Re:Circolo Privato - Arti Marziali
« Risposta #5 il: 06 Ottobre 2012, 10:16:46 »
"Certo, se costituisce una associazione dovrà redigere anche l'atto costitutivo e lo statuto"

Quindi, devo redigere un atto costitutivo e uno statuto con gli altri componenti del club e fin qui ci siamo.

Ma è necessario che io richieda anche l'attribuzione di un codice fiscale all'agenzia delle entrate?!
Perche in rete ho trovato queste informazioni:
"Per costituire un circolo/club privato è pertanto sufficiente che poche persone si riuniscano e definiscano:
a) uno statuto liberamente predisposto;
b) individuino un fine sodale lecito;
e) definiscano l'ambito di intervento (culturale, sodale di aiuto ecc.);
d) identifichino le cariche sociali;
e) determinino le modalità di accesso alla qualità di socio;
f) definiscano le quote annuali sociali, il patrimonio necessario al suo funzionamento, la durata, la sede
sociale.
Non è necessaria:
a) la presenza del notaio;
b) la forma pubblica e la conseguente registrazione dell'atto costitutivo;
e) la comunicazione all'autorità di P.S."

Quindi pensavo che bastasse fare tutto in forma privata senza registrazioni ed autenticazioni da nessun ente...



Online Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 20.753
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Circolo Privato - Arti Marziali
« Risposta #4 il: 06 Ottobre 2012, 07:33:37 »
Quindi non devo fare neanche l'atto costitutivo e la registrazione?
Certo, se costituisce una associazione dovrà redigere anche l'atto costitutivo e lo statuto.
Ecco alcune indicazioni:
http://www.padovanet.it/noprofit/servizi/fare...-associazione/come-costituire
http://www.csv.verona.it/costituzione.html
http://www.csvmb.org/attachments/065_tabella_riassuntiva.pdf

Non mi è ben chiaro però il punto 3...per "iscrizioni in diretta" intende la possibilità che le persone arrivino e si iscrivino?
Le persone che entreranno nel club dovranno essere approvate e conosciute da me, nel senso non ci sarà la possibilità di arrivare da fuori entrare ed iscriversi, se questo intende.
Intendo che Lei ben potrà accogliere gli aspiranti aderenti, fargli compilare i moduli per accedere ecc.... ma questi non potranno seguire le lezioni ed i corsi IMMEDIATAMENTE, nello stesso momento in cui fanno l'iscrizione (salvo casi eccezionali e salvo che si tratti di poche persone al giorno), altrimenti potrebbe configurarsi come una iscrizione che maschera un servizio diretto. Penso che non avrà di questi problemi ma volevo precisarglielo

Un ultimo quesito gentilmente: i miei allievi ovviamente verseranno una quota mensile per l'affitto ed il restante verrà preso da me che sono l'istruttore, questo comporta qualche problema?
Nessuno, valuti con il commercialista e/o il consulente del lavoro le implicazioni fiscali

Rako

  • Visitatore
Re:Circolo Privato - Arti Marziali
« Risposta #3 il: 05 Ottobre 2012, 20:35:33 »
Grazie mille della risposta, molto gentile.
Quindi non devo fare neanche l'atto costitutivo e la registrazione?

Non mi è ben chiaro però il punto 3...per "iscrizioni in diretta" intende la possibilità che le persone arrivino e si iscrivino?
Le persone che entreranno nel club dovranno essere approvate e conosciute da me, nel senso non ci sarà la possibilità di arrivare da fuori entrare ed iscriversi, se questo intende.

Un ultimo quesito gentilmente: i miei allievi ovviamente verseranno una quota mensile per l'affitto ed il restante verrà preso da me che sono l'istruttore, questo comporta qualche problema?

Grazie ancora per la disponibilità.
« Ultima modifica: 05 Ottobre 2012, 21:05:18 da Giuliano »

Online Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 20.753
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:Circolo Privato - Arti Marziali
« Risposta #2 il: 05 Ottobre 2012, 18:15:58 »
1- Posso aprire in un locale ad uso magazzino un club privato delle suddette qualità?

Costituzione
Articolo 18
I cittadini hanno diritto di associarsi liberamente, senza autorizzazione, per fini che non sono vietati ai singoli dalla legge penale.
Sono proibite le associazioni segrete e quelle che perseguono, anche indirettamente, scopi politici mediante organizzazioni di carattere militare.

La nostra Costituzione tutela la libertà di associazione. Ciò implica che chiunque può associarsi e riunirsi ovunque crede fintanto che l'attività non diventi di pubblico interesse (somministrazione, accesso indiscriminato ecc....).
Un LIMITE potrebbe derivare dalle NORME CONDOMINIALI (vincolanti). Se queste vietano l'uso del magazzino per scopi diversi non potrai usarlo .....


2- Che requisiti ci vogliono? Ci vogliono dei permessi? Che tipo di richieste devo fare e a chi devo presentarle?
NON occorre niente. Puoi iniziare liberamente avendo cura di:
1) non mettere insegne
2) contenere l'afflusso del pubblico
3) non ammettere iscrizioni in diretta (cioè la possibilità di iscriversi e fruire direttamente della "palestra" in quanto in questo modo potrebbe configurarsi una attività motoria o di pubblico trattenimento


Rako

  • Visitatore
Circolo Privato - Arti Marziali
« Risposta #1 il: 05 Ottobre 2012, 11:49:05 »
Salve, avrei dei quesiti da porre e spero possiate aiutarmi.

Sono un insegnante di arti marziali e vorrei aprire un club privato, quindi non aperto a tutti, dove io possa insegnare ai miei allievi ed alle persone che decido io.
Quindi il club non effettuerà nessuna somministrazione, ma solo studio di arti marziali.

Dispongo di un locale ad uso magazzino interrato in ottimo stato con accesso non diretto alla strada.
Le mie domande sono:
1- Posso aprire in un locale ad uso magazzino un club privato delle suddette qualità?
2- Che requisiti ci vogliono? Ci vogliono dei permessi? Che tipo di richieste devo fare e a chi devo presentarle?

Qualsiasi informazione è gradita.
Grazie mille!