Formazione e assistenza gratuita agli iscritti > Libro "Prepararsi ai concorsi pubblici" di Simone Chiarelli

2 ESERCITAZIONE "Domande aperte su chi fa che cosa"

(1/3) > >>

angela papaluco:
ESERCITAZIONE: Il candidato illustri da chi ? eletto il Consiglio comunale e le competenze del Consiglio comunale

Normativa di riferimento: Testo Unico sull'ordinamento degli enti locali (Tuel = d.lgs. 267/2000)

Norme di organizzazione: art. 36 e 37 Tuel
Norme sulle competenze: art. 42 Tuel

Il Consiglio comunale, organo d'indirizzo e di controllo politico, ? uno dei principali organi di governo del comune ed ? disciplinato dalle norme del d.lgs. n. 267/2000 (Testo Unico degli Enti locali). Tale organo comunale ? composto dal sindaco e da un numero variabile di consiglieri eletti dal corpo elettorale sulla base del numero degli abitanti residenti nel comune. Bisogna precisare che, essendo un organo rappresentativo politico, al suo interno sono rappresentate sia la maggioranza che l'opposizione.
Il suo mandato dura tendenzialmente per 5 anni: in particolare, ai sensi dell'art. 38 del Tuel, dal momento dell'indizione dei comizi elettorali, opera la Prorogatio dei poteri del Consiglio uscente che rester? in carica fino alla nomina del nuovo consiglio comunale, limitandosi ad adottare solo gli atti urgenti e improrogabili.
Il Consiglio svolge diverse funzioni come quella di formazione, programmazione, indirizzo e di controllo politico-amministrativo che si esercitano attraverso gli atti fondamentali di sua esclusiva competenza individuati per legge o attraverso le disposizioni dello Statuto dell'ente. Il Consiglio, infatti, ha competenza esclusiva per gli atti fondamentali indicati nell'art. 42 Tuel  (a differenza della Giunta comunale che ha, invece, competenza residuale) come, ad esempio, per gli statuti e regolamenti (salvo l'ipotesi del regolamento sull'ordinamento dei servizi e uffici che ?, invece, di competenza della Giunta comunale); per le convenzioni o costituzione o modificazione delle forme associative; per l'istituzione di organismi di decentramento e di partecipazione; per l'istituzione di tributi (salvo le aliquote di competenza della Giunta comunale) e, in materia di spesa che impegnino il bilancio comunale. La norma che disciplina le sue attribuzioni, inoltre, specifica che le delibere riguardo a tali materie elencate dall'art. 42 Tuel non possono essere adottate in via d'urgenza da altri organi del comune, salvo quelle attinenti alle variazioni di bilancio adottate dalla giunta da sottoporre successivamente a ratifica del consiglio entro 60 giorni, a pena di decadenza.

tati:
NORMA DI ORGANIZZAZIONE:  ART. 152 TUEL  prevede che gli enti pubblici con regolamento di contabilit? definiscono organizzazione e competenze 

NORMA SULLA COMPETENZA:  ART. 5 DLGS 241/1990 definisce chi ? il responsabile del procedimento

NORME COMPETENZE+PROCEDIMENTI:  ART. 10/BIS DLGS 241/1990 comunicazione motivi ostativi accoglimento istanza
ART. 14 conferenza di servizi
Tatiana



Diego Falcone:
NORMA ORGANIZZAZIONE = Art. 107 del D.lgs. 267/2000 (funzioni e responsabilit? della dirigenza);
NORMA COMPETENZA = Art. 13 del D.lgs. 267/2000 (funzioni dei Comuni);
NORMA COMPETENZA E PROCEDIMENTI = Art. 31 e 32 D.lgs. 50/2016 (ruolo e funzione del Rup negli appalti e concessioni - fasi delle procedure di affidamento).

Rafael1986:
Sperando di non aver capito male, cito quelle che, a mio parere, sono le risposte richieste:
a) norma di organizzazione: art. 38 del T.U.E.L., il quale demanda la disciplina del funzionamento del Consiglio Comunale e Provinciale, all'apposito regolamento adottato da tali organi collegiali in attuazione della loro autonomia organizzativa di cui al comma 3 dello stesso articolo in commento.
b) norma sulle competenze: art. 42 T.UE.L., sulle competenze del Consiglio.
c) due norme dello stesso contesto che parlano di competenze e procedure: art. 32 del Codice dei contratti pubblici (che contempla la competenza dell'Amministrazione a decretare o determinare di contrarre), e l'art. 71 del medesimo Codice (che segna l'inizio della fase di scelta del contraente attraverso l'indizione del bando di gara ad evidenza pubblica).

Gaetano De Falco:
provo a dare la mia risposta:

1. nel primo rigo vediamo chi fa che cosa= l'autorita' di pubblica sicurezza.
2. segue cosa fa?=

Dispositivo dell'art. 1 TULPS

(1)L'autorità di pubblica sicurezza veglia al mantenimento dell'ordine pubblico, alla sicurezza dei cittadini, alla loro incolumità e alla tutela della proprietà; cura l'osservanza delle leggi e dei regolamenti generali e speciali dello Stato, delle province e dei comuni, nonché delle ordinanze delle autorità; presta soccorso nel caso di pubblici e privati infortuni.

Per mezzo dei suoi ufficiali, ed a richiesta delle parti, provvede alla bonaria composizione dei dissidi privati.

L'autorità di pubblica sicurezza è provinciale e locale.

Le attribuzioni dell'autorità provinciale di pubblica sicurezza sono esercitate dal prefetto e dal questore; quelle dell'autorità locale dal capo dell'ufficio di pubblica sicurezza del luogo o, in mancanza, dal Podestà(2).

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa