Autore Topic: RINNOVO CONESSIONI AAPP: VERIFICHE ART. 71 DLGS 59/2010  (Letto 1198 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Simone Chiarelli

  • Dott. Simone Chiarelli
  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 22.876
  • Dott. Simone Chiarelli
    • Mostra profilo
    • Chiarelli Simone
    • E-mail
Re:RINNOVO CONESSIONI AAPP: VERIFICHE ART. 71 DLGS 59/2010
« Risposta #14 il: 21 Maggio 2021, 08:40:50 »
Siamo lieti di comunicarvi l'attivazione della NUOVA COMMUNITY che prenderà il posto di questa piattaforma
https://community.omniavis.it/

Una volta entrati potrete formulare quesiti, commentare ed interagire.
L'account è unico con le altre piattaforme Omniavis e potete visualizzarlo qui
https://formazione.omniavis.com/pages/account

Grazie
* * * * * * * * * *
Dott. Simone Chiarelli - simone.chiarelli@gmail.com - tel. 3337663638
* * * * * * * * * *
https://formazione.omniavis.com/bundles/book          https://www.youtube.com/user/simonechiarelli

Offline Ornella

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 29
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RINNOVO CONESSIONI AAPP: VERIFICHE ART. 71 DLGS 59/2010
« Risposta #13 il: 17 Maggio 2021, 17:46:54 »
scusi ma non ho ben capito:
un individuo con casellario pulito nullo potrebbe avere, nel BDNA, reati di tipo mafioso cos? gravi da non essere riportati nel casellario giudiziario=? :'(

Certo, a me ? capitato; casellario nullo , ma a seguito della mia richiesta di COMUNICAZIONE antimafia tramite la piattaforma, la prefettura competente ha (dopo un anno di indagini) emesso una INTERDITTIVA ANTIMAFIA addirittura, che, come mi ha comunicato la prefettura, assorbe la comunicazione... ergo revoca del titolo...

Offline Michela Leonetti OV

  • Esperto
  • ***
  • Post: 74
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RINNOVO CONESSIONI AAPP: VERIFICHE ART. 71 DLGS 59/2010
« Risposta #12 il: 22 Marzo 2021, 16:28:10 »
Il certificato antimafia ? rilasciato dalla Prefettura e conferma che sul titolare dell'impresa ed i soci, sindaci, ecc non pendono:

  • Misure preventive;
    Condanne definitive o confermate in appello per i reati regolati dall?art. 51, co. 3 bis, del CPP;
    Casi di infiltrazione mafiosa volte a influenzare le scelte dell?impresa (art.84, co. 2)
* * * * *
Michela Leonetti - collaborattrice OV
* * * * *
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
http://buff.ly/254YT2F - http://buff.ly/254YIV4 - http://buff.ly/1TKy2B3 - http://buff.ly/1YHPD0G
http://buff.ly/1XE4T0e - http://buff.ly/1OD3y2q - http://buff.ly/1OD3VK4 - https://telegram.me/omniavis

Offline suappista

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 4
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RINNOVO CONESSIONI AAPP: VERIFICHE ART. 71 DLGS 59/2010
« Risposta #11 il: 19 Marzo 2021, 10:51:31 »
scusi ma non ho ben capito:
un individuo con casellario pulito nullo potrebbe avere, nel BDNA, reati di tipo mafioso cos? gravi da non essere riportati nel casellario giudiziario=? :'(


Offline suappista

  • Nuovi iscritti
  • *
  • Post: 4
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RINNOVO CONESSIONI AAPP: VERIFICHE ART. 71 DLGS 59/2010
« Risposta #9 il: 18 Marzo 2021, 17:44:21 »
DOMANDINA: nel casellario giudiziario sono presenti anche i reati di tipo mafioso o dovo accedere alla BDNA (banca dati antimafia) per la verifica?

saluti a tutti i suappisti


Offline CAVGIO

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 34
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RINNOVO CONESSIONI AAPP: VERIFICHE ART. 71 DLGS 59/2010
« Risposta #7 il: 18 Marzo 2021, 09:45:17 »
Nella fattispecie, i comuni sono chiamati a prorogare le concessione di suolo pubblico e non le autorizzazione per il commercio ambulante in sede fissa e dunque non è necessario acquisire la documentazione antimafia. Ho capito bene?

Offline Michela Leonetti OV

  • Esperto
  • ***
  • Post: 74
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RINNOVO CONESSIONI AAPP: VERIFICHE ART. 71 DLGS 59/2010
« Risposta #6 il: 17 Marzo 2021, 21:01:58 »
Scusate, per la verifica dei requisiti morali,  non √® sufficiente richiedere il casellario? Oppure √® obbligatorio anche il controllo antimafia.

l'art. 71 comma 1, lett. f) del DLGS 59/2010 prevede che non possono esercitare l'attivita' commerciale:
coloro che sono sottoposti a una delle misure  di  prevenzione  di cui alla legge 27 dicembre 1956, n. 1423, o  nei  cui  confronti  sia stata applicata una delle misure previste dalla legge 31 maggio 1965, n. 575, ovvero a misure di sicurezza

sia la Legge 1423/1956 che la Legge 575/1965 sono state abrogate dal D.Lgs. 6 settembre 2011, n.159 - Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione che all'art. 83 dice:

      1.  Le  pubbliche  amministrazioni  e  gli  enti  pubblici,   ........ devono  acquisire  la documentazione antimafia di
              cui all'articolo 84 prima  di  stipulare, approvare o autorizzare i contratti e subcontratti relativi a lavori, servizi e
              forniture pubblici, ovvero prima di rilasciare o consentire i provvedimenti indicati nell'articolo 67.


il comma 1 dell'art.67 riporta:

          1. Le persone alle quali  sia  stata  applicata  con  provvedimento definitivo una delle misure di  prevenzione 
                 previste  dal  libro  I, titolo I, capo II non possono ottenere:
                 a) licenze o autorizzazioni di polizia e di commercio;

* * * * *
Michela Leonetti - collaborattrice OV
* * * * *
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
http://buff.ly/254YT2F - http://buff.ly/254YIV4 - http://buff.ly/1TKy2B3 - http://buff.ly/1YHPD0G
http://buff.ly/1XE4T0e - http://buff.ly/1OD3y2q - http://buff.ly/1OD3VK4 - https://telegram.me/omniavis

Offline Michela Leonetti OV

  • Esperto
  • ***
  • Post: 74
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RINNOVO CONESSIONI AAPP: VERIFICHE ART. 71 DLGS 59/2010
« Risposta #5 il: 17 Marzo 2021, 20:47:35 »
1) in caso di decreto del GIP reato ricettazione e trovo scritto "L'intera reclusione sostituita con la multa"? quindi vuol dire che ? il caso della estinzione "diversa" e devo capire i 5 anni di decorrenza da quando ? come faccio a capire se la multa ? stata pagata? oppure il fatto che sia stata sostituita la pena mi trovo di fronte al caso della pena non detenzione pertanto non devo fare nulla e lui possiede i requisiti?

In caso di condanna ostativa che preveda una pena pecuniaria e non una detentiva, il termine quinquennale ? calcolato a decorrere dalla data in cui ? avvenuto il pagamento della stessa e di solito la data in cui ? pagata la pena pecuniaria ? riportato nel casellario
vedi questo casellario trovato in rete  https://images.app.goo.gl/KQCQSdp6sNGeKZEm8

2) in caso di sospensione della pena i sensi dell'art. 163 c.p. considerato il problema superato e quindi rinnovo l'autorizzazione?

l'applicazione della sospensione condizionale della pena ? causa estintiva del reato

* * * * *
Michela Leonetti - collaborattrice OV
* * * * *
Omniavis srl - Firenze, Lungarno Colombo 44
info@omniavis.it - Tel. 055 6236286 - www.omniavis.it

Seguici sui social:
http://buff.ly/254YT2F - http://buff.ly/254YIV4 - http://buff.ly/1TKy2B3 - http://buff.ly/1YHPD0G
http://buff.ly/1XE4T0e - http://buff.ly/1OD3y2q - http://buff.ly/1OD3VK4 - https://telegram.me/omniavis

Offline CAVGIO

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 34
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RINNOVO CONESSIONI AAPP: VERIFICHE ART. 71 DLGS 59/2010
« Risposta #4 il: 17 Marzo 2021, 15:15:52 »
Scusate, per la verifica dei requisiti morali,  non √® sufficiente richiedere il casellario? Oppure √® obbligatorio anche il controllo antimafia.

Offline DAVIDE1984

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 29
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:RINNOVO CONESSIONI AAPP: VERIFICHE ART. 71 DLGS 59/2010
« Risposta #3 il: 17 Marzo 2021, 12:17:25 »
Grazie per la risposta ma le difficolt? operative ci sono, infatti come si procede se:
1) in caso di decreto del GIP reato ricettazione e trovo scritto "L'intera reclusione sostituita con la multa"? quindi vuol dire che ? il caso della estinzione "diversa" e devo capire i 5 anni di decorrenza da quando ? come faccio a capire se la multa ? stata pagata? oppure il fatto che sia stata sostituita la pena mi trovo di fronte al caso della pena non detenzione pertanto non devo fare nulla e lui possiede i requisiti?
2) in caso di sospensione della pena i sensi dell'art. 163 c.p. considerato il problema superato e quindi rinnovo l'autorizzazione?
Grazie ancora

Online Mario Maccantelli

  • Administrator
  • Membro Super
  • *****
  • Post: 5.813
    • Mostra profilo
    • http://www.omniavis.it/web/forum/
    • E-mail
Re:RINNOVO CONESSIONI AAPP: VERIFICHE ART. 71 DLGS 59/2010
« Risposta #2 il: 16 Marzo 2021, 18:46:41 »
Si' e? corretto. Premetto che la verifica dei requsiti morali e? molto complicata. Se il soggetto non hai requisiti, subisce una sanzione e la decadenza del titolo abilitativo (vedi legge regionale).

SINTESI

Relativamente ai requisiti morali occorrono:

- I requisiti di cui all?art. 71, commi da 1 a 5 del d.lgs. n. 59/2010;
- la mancanza delle ipotesi interdittive previste dall?art. 67 del d.lgs. n. 159/2011 (c.d. antimafia) ? riguardanti tutte le attivit? produttive
- solo per le attivit? di somm.ne anche i requisiti morali TULPS - artt. 11, 92 e 131

PER IL COMMERCIO - CASELLARIO

a)    coloro che sono stati dichiarati delinquenti abituali, professionali o per tendenza, salvo che abbiano ottenuto la riabilitazione;
La dichiarazione di delinquenza abituale, professionale o per tendenza ? riportata nel dispositivo della sentenza e risulta dal certificato del casellario giudiziario.


vedi artt. 102 cp, 103 cp, 104 cp, delinquente professionale e delinquente per tendenza. Per la riabilitazione - articoli 178 e 179 CP e 683 CPP
Art. 178 CP - la riabilitazione [683 cpp] estingue le pene accessorie [19 cp] ed ogni altro effetto penale della condanna [106, 109, 556 cp], salvo che la legge disponga altrimenti.
? Provvedimento concesso al condannato se durante i tre anni dal giorno in cui ? stata eseguita o la pena si ? in altro modo estinta, ha dato prove effettive e costanti di buona condotta, se non ? sottoposto a misure di sicurezza, se ha adempiuto le obbligazioni civili derivanti dal reato, salvo che dimostri di trovarsi nell'impossibilit? di adempierle ? vedi le condizioni dell?art. 179 cp.
Ad eccezione di quanto indicato alla lettera a) dell'art. 71 citato, che individua una specifica ipotesi superabile solo con l'ottenimento del provvedimento di riabilitazione, le fattispecie di cui alle restanti lettere ammettono, ai fini dell'eliminazione del divieto di esercizio, oltre al provvedimento di riabilitazione, il decorso del termine di 5 anni ? vedi di seguito

b)    coloro che hanno riportato una condanna, con sentenza passata in giudicato, per delitto non colposo, per il quale ? prevista una pena detentiva non inferiore nel minimo a tre anni, sempre che sia stata applicata, in concreto, una pena superiore al minimo edittale;

delitto doloso (intenzione o volont? di commettere l'illecito penale) o preterintenzionale (dall'azione o omissione deriva un evento pi? grave di quello voluto);
irrogata una pena detentiva (ergastolo, reclusione) e non solo pecuniaria;
la pena deve essere inflitta con sentenza passata in giudicato, quindi definitiva e non pi? suscettibile di impugnazione;
la pena non deve essere inferiore nel minimo a 3 anni e la pena in concreto applicata deve essere superiore alla misura minima edittale prevista dalla legge penale per la commissione di quello specifico reato.

c)    coloro che hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, una condanna a pena detentiva per uno dei delitti di cui al libro II, Titolo VIII, capo II del codice penale, ovvero per ricettazione, riciclaggio, insolvenza fraudolenta, bancarotta fraudolenta, usura, rapina, delitti contro la persona commessi con violenza, estorsione;

la condanna deve essere definitiva e deve essere irrogata una pena detentiva
per delitti contro la persona commessi con violenza (tutti i delitti lesivi del bene giuridico dell'integrit? personale, commessi con uso della violenza, da intendersi come costringimento fisico o come coazione morale idonea ad incidere negativamente sulla possibilit? della persona di autodeterminarsi liberamente); a titolo esemplificativo, omicidio, lesione personale, rissa, maltrattamenti in famiglia, prostituzione o pornografia minorile, violenza sessuale, violenza o minaccia a pubblico ufficiale, resistenza a pubblico ufficiale, atti persecutori c.d. stalking (vedi risoluzione Mise n. 146346/2014

d)    coloro che hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, una condanna per reati contro l'igiene e la sanit? pubblica, compresi i delitti di cui al libro II, Titolo VI, capo II del codice penale;

la condanna deve essere definitiva.

e)coloro che hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, due o pi? condanne, nel quinquennio precedente all'inizio dell'esercizio dell'attivit?, per delitti di frode nella preparazione e nel commercio degli alimenti previsti da leggi speciali;

la condanna deve essere definitiva.
devono essere inflitte due o pi? condanne nei 5 anni precedenti all'inizio dell'attivit?, a qualsiasi pena (in generale, detentiva/pecuniaria: ergastolo, reclusione, arresto, multa, ammenda?)
le condanne devono riguardare delitti di frode nella preparazione e nel commercio degli alimenti previsti da leggi speciali - es. artt. 5, 6 e 12 della legge n. 283/62.

PER UN ESEMPIO VEDI QUA: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=58372.0
******************
Dott. Mario Maccantelli - esperto OV
******************

https://formazione.omniavis.com/
info@omniavis.it


Seguici sui social:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/omniavisnews/
TWITTER: https://twitter.com/omniavis
LINKEDIN: https://twitter.com/omniavis
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/omniavis
TELEGRAM: https://telegram.me/omniavis
SEZIONE ABBONATI: http://www.omniavis.it/web/forum/index.php?topic=24906.0

Offline DAVIDE1984

  • Membro Junior
  • **
  • Post: 29
  • Nuovo iscritto
    • Mostra profilo
    • E-mail
RINNOVO CONESSIONI AAPP: VERIFICHE ART. 71 DLGS 59/2010
« Risposta #1 il: 16 Marzo 2021, 16:00:29 »
Bongiorno
Sto procedendo a fare i controlli sui titolari di autorizzazione commercio AAPP con la richiesta del casellario giudiziario e controlli antimafia in BDNA.
Chiedo se ? corretto procedere con il seguente schema, visto che mi trovo con alcuni reati quali omicidio colposo, riciclaggio, frode.
Prima di tutto verifico se vi ? il provvedimento di riabilitazione del Tribunale di sorveglianza (ma lo trovo nel casellario poi)?
Poi verifico se la pena (che da come ho capito deve essere un reato doloso e con sanzione di reclusione) ? stata sostituita dalla sanzione pecuniaria e in tal caso non sussistono pi? la cause ostative?
Verifico eventualmente se vi ? stata la sospensione della pena (anche in tal caso cessano le cause ostative)?
In ultimo verifico se sono trascorsi 5 anni dal giorno della pena scontata, ma non ho capito come faccio a capire da che giorno decorrono.
Se non vi sono tutte questi elementi quindi sussistono le cause ostative procedo con avvio procedimento di revoca autorizzazione e in futuro non accetto possibile domanda come spuntista dello stesso fino a cessate condizioni.
Sarebbe corretto procedere in tal modo?
Grazie per la risposta.