Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - SVIECGREVE

Pagine: [1] 2 3
1
Buongiorno,
dobbiamo notificare un'ordinanza di ingiunzione ad una società con sede legale all'Estero (anche il legale rappresentante è residente all'estero).
Negli scritti difensivi hanno dichiarato di avere domicilio "fiscale" nel nostro Comune.
Non è possibile conoscere la Pec perchè non è iscritta in CCIAA.
Possiamo farla notificare al domicio "fiscale" o in alternativa quale potrebbe essere la modalitĂ  giusta?

2
Nel testo di scritti difensivi ex art. 18 L. 689/81 presentati per un verbale relativo ad una violazione della normativa regionale sul turismo il soggetto ha inserito questa dicitura "...chiede, tenuto conto della presente memoria, sentito il ricorrente, di annullare il verbale".
Vorremmo sapere se secondo voi, la frase "sentito il ricorrente" sia da considerarsi una richiesta di audizione ai sensi della L.689/81 o se questa debba essere esplicitamnete richiesta.
Grazie

3
Buongiorno, è prevista dalla L.R. 62/2018 una sanzione per la violazione dell'art. 95 della medesima legge (mancata comunicazione di cessazione dell'attività)?

4
Toscana / Decesso socio Snc
« il: 15 Marzo 2019, 17:59:42 »
Una Snc, composta da 2 soci, esercita dal 2003 un'attivitĂ  ricettiva extra alberghiera.
Nel 2017 un socio è deceduto, ma da quella data non è stata presentata al Comune alcuna comunicazione da parte del socio superstite in merito all'esercizio dell'attività.
Non risulta ricostituita la pluralità dei soci nei sei mesi successivi al decesso del socio né si e verificato lo scioglimetno della società, infatti alla CCIAA la società risulta attiva, sono indicati i medesimi soci, con la sola annotazione della data del decesso.
Come dobbiamo comportarci ?
E' opportuno avviare il procedimento per la revca del titolo abilittivo intesto ad una societĂ  ormai sciolta (art. 2272 c.c.) ?

5
Toscana / Individuazione obbligato in solido
« il: 17 Ottobre 2018, 13:20:07 »
La polizia locale ha elevato un verbale  per una  violazione alla L.R. 86/2016 dove è indicato come trasgressore una persona fisica e come obbligato in solido una s.a.s.. Il trasgressore è uno dei soci accomandatari della s.a.s.
Il verbale è stato notificato sia alla persona fisica che alla s.a.s..
Non essendo stato pagato dobbiamo procedere con l'ordinanza di ingiunzione.  Verso quali soggetti deve essere emessa ordinaza di ingiunzione in questo caso?

6
Toscana / iscrizione a ruolo dopo ordinanza di ingiunzione
« il: 18 Giugno 2018, 09:40:14 »
Buongiorno, avrei da chairire alcuni dubbi in merito ad un'iscrizione a ruolo successiva ad un'ordinanza di ingiunzione:
- Nel 2013 è stata fatta un'ordinanza di ingiunzione a seguito di un verbale per una violazione alla L.R. 28/2005 (notificata nel mese di novembre);
- La sanzione non è stata pagata e pertanto dobbiamo procedere con l'iscrizione a ruolo.
E' legittima l'applicazione della maggiorazione prevista dall'art. 27 della L. 689/81?
In tal caso il calcolo del primo semestre da che data deve iniziare?
L'ordinanza di ingiuzione era stata fatta ad una ditta individuale che nel frattempo è cessata, possiamo fare l'iscrizione a ruolo a carico del titolare?

7
Toscana / REQUISITO PROFESSIONALE RLASCIATO IN ROMANIA
« il: 12 Giugno 2018, 15:24:24 »
Ci viene chiesto se è valido come requisito professionale per la vendita e sommiistrazione di alimenti e bevande, un "certificato di promozione della scuola arti e mestieri turismo e ristorazione" attestante frequenza per 2 anni la qualifica professionale di operatore in ristorazione, presentato in lingua originale e con la traduzione, rilasciato in Romania dal Ministero dell'istruzione della ricerca e della gioventù.
Come si procede ?

8
Buongiorno,
vorremmo porre due  quesiti:
1) alla luce della l.r.86/2016 ed in particolare:
art.55 comma 3): "3. L'attività di affittacamere svolta in forma imprenditoriale comporta che uno stesso soggetto non può gestire più di due esercizi di affittacamere nell’ambito del medesimo edificio"
art. 56 comma 3): "3. L’attività di bed and breakfast svolta in forma imprenditoriale può prevedere la somministrazione di alimenti e bevande agli alloggiati e comporta che uno stesso soggetto non può gestire più di due esercizi di bed and breakfast nell’ambito del medesimo edificio".
si chiede conferma se un soggetto è legittimato a svolgere nel medesimo edificio un'attività di affittacamere in forma imprenditoriale e 2 attività di bed and breakfast svolte in forma imprenditoriale trattandosi di due tipologie di attività appartenenti a categorie distinta.
2) nel caso in cui un soggetto titolare di attivitĂ  di B & B imprenditoriale avviata ad agosto 2017 decida di trasformare tale attivitĂ  in affittacamere imprenditoriale (pertanto senza somministrazione) si  chiede se sia corretto indicare la seguente procedura:
- cessazione di attivitĂ  di B & B e notifica sanitaria
- scia di avvio attivitĂ  di affittacamere imprenditoriale
ritenendo che la "comunicazione" di assunzione di denominazione prevista dall'art. 159 l.r. 86/2016 sia applicabile solo per la trasformazione da affittacamere a b & b e non viceversa.

9
Toscana / locazione turistica di porzione di immobile di residenza
« il: 24 Novembre 2017, 12:38:46 »
Buongiorno, un soggetto proprietario di immobile, ha fatto una comunicazione al Suap, dove indica che concederà in locazione turistica porzione di immobile di proprietà dove è residente.
Vorremmo sapere se la normativa in materia vieti la locazione dell'immobile di residenza e se è corretto che il Suap, non trattandosi di struttura ricettiva di cui alla L.R. 86/2016 acquisisca solo la comunicazione

10
Toscana / durc spuntista irregolare
« il: 10 Novembre 2017, 14:34:26 »
In occasione dei mercati settimanali la polizia municipale verifica la regolaritĂ  contributiva degli spuntisti (attraverso autocertificazione).
Nel caso in cui, da verifiche successive, emerga un'irregolarità del durc, è lecito un verbale per violazione art. 40-bis comma 6 della L.R. 28/2005 da parte della polizia municipale dell'Ente ove ha sede il mercato oppure deve essere fatta segnalazione all'Ente dove è stata fatta la scia per commercio itinerante?

11
Dobbiamo emettere ordinanza di ingiunzione relativa ad un verbale emesso dalla Polizia Minicipale nel quale era citata la violazione all'art. 40 bis comma 1 della L.R. 28/2005.
In fase di emissione dell'ordinanza è stato accertato che la violazione rilevata non è relativa al comma 1 del suddetto art. 40 bis ma è relativa al comma 2.
La nostra domanda è la seguente: è possibile in fase di emissione di ordinanza indicare il riferimento di legge esatto o dobbiamo procedere all'archiviazione del verbale essendo indicato un riferimento di legge non esatto?

12
Toscana / attivitĂ  di noleggio biancheria
« il: 04 Ottobre 2017, 07:55:27 »
Un azienda ha chiesto informazioni al Suap per l'apertura di un'attività di noleggio biancheria (con attività di lavaggio e stiratura solo occasionale). Abbiamo indicato la normativa e la modulistica relativa all'attivià di TINTOLAVANDERIA. Il soggetto ritiene che la classificazione di TINTOLAVANDERIA ipotizzata per l'attività in oggetto non sia corretta non rientrando nella definizione stabilita dall'art. 2 comma 1 della legge 84/2006 ne nell'art. 1 comma 2 della L.R. 56/2013. L'attività svolta, e classificata alla camera di commercio è LAVORAZIONE, PIEGATURA E CONFEZIONAMENTO PER IL NOLEGGIO DI BIANCHERIA. L'impresa è proprietaria di diversi quintali di biancheria, da letto e da bagno, che affitta ad alberghi in confezioni di plastica. La ritira sporca, la smista e la invia a lavanderie industriali esterne. Gli ritorna lavata piegata e insacchettata per quanto riguarda la biancheria da letto, lavata e stirata per quanto riguarda la biancheria da bagno. Quest'ultima, nei locali, viene smistata e sistemata in un macchinario che la piega ed impacchetta in sacchetti di plastica. La lavorazione avviene totalmente a freddo e senza alcuna stiratura. Nell'enorme quantità di biancheria gestita può capitare che qualche pezzo risulti non perfettamente asciutto, quindi viene completata l'asciugatura nell'essiccatore, o non perfettamente lavato, quindi viene lavato nella piccola lavatrice inferiore a 50 kg. Non ci sono pertanto trattamenti di lavanderia, pulitura chimica a secco e ad umido, di tintoria, di smacchiatura, di stireria, di follatura e affini ..
Siamo a richiedervi in quale categoria possa essere classificata la suddetta attivitĂ  e la relativa normativa di riferimento.

13
Toscana / Re:AttivitĂ  di piercing in locali di acconciatore
« il: 19 Luglio 2017, 16:40:10 »
OK.
Ma nei locali in questione viene svolta attività di acconciatore con i relativi requisiti struturali e igienico-sanitari, l'altra è un'attività diversa (tatuaggi) che dovrebbe svolgersi nei medesimi locali in cui opera l'acconciatore.

14
Toscana / AttivitĂ  di piercing in locali di acconciatore
« il: 19 Luglio 2017, 14:58:51 »
Si chiede se un acconciatore può ospitare un tatuatore all'interno dei propri locali per esercitare saltuariamente la propiria professione ?

15
Toscana / Avvio attivitĂ  di Baby Parking
« il: 10 Luglio 2017, 00:43:54 »
Può un regolamento comunale prevedere la presentazione di una SCIA per l'avvio di attività di baby parking ?

16
Toscana / Reparto: modficia notifica sanitaria
« il: 12 Giugno 2017, 20:02:11 »
A seguito di affidamento di reparto, il cedente ha presentato la comunicazione e la notifica sanitaria per affidamento di reparto, entrambe sottoscritte per accettazione.
In caso di modifica dei prodotti somministrati/venduti nell'are "reparto", la notifica 852 di modifica deve essere presentata obbligatoriamente dal cedente o può essere presentata dal soggetto che esercita l'attività nel reparto ?

17
Toscana / locazione turistica di parte di abitazione di residenza
« il: 12 Giugno 2017, 13:14:05 »
Buongiorno, un utente ci pone questa domanda:
Il soggetto è proprietario di un immobile dove è residente. Essendo l'immobile molto grande vorrebbe utilizzare una camera e un bagno a fini turistici.
La prima nostra indicazione è stata quella di iniziare un''attività di affittacamere non professionale ma il proprietario dell'immobile ci chiede se sia possibile fare un contratto di "locazione turistica" solo per una parte dell'immobile e se in tal caso verrebbero meno eventuali agevolazioni fiscali o tributarie ususfruite in quanto "prima casa".

18
Toscana / voltura atto unico
« il: 07 Giugno 2017, 11:23:19 »
Buongiorno,
a seguito di rilascio di atto di assenso da parte del Settore Edilizia, il SUAP ha rilasciato ATTO UNICO al soggetto X.
In caso di richiesta di voltura da parte di altro soggetto Y, deve essere volturato solo l'ATTO UNICO rilasciato dal SUAP o anche l'atto di assenso rilasciato dal Settore Edilizia?
Grazie

19
Toscana / Videosorveglianza interna ad attivita' commerciale
« il: 07 Giugno 2017, 11:13:00 »
Buongiorno,
vorremmo sapere se sono previsti adempimenti verso il Suap nel caso di installazione di impianto di video-sorveglianza interna ad un'attivita' commerciale.
Grazie

20
Toscana / Eventi in azienda agricola
« il: 14 Aprile 2017, 15:14:59 »
Il titolare di un'azienda agricola, con vendita diretta dei prodotti (vino olio) senza attivitĂ  di agriturismo, vorrebbe realizzare due eventi abbinando la meditazione e una piccola lezione di arti marziali nell'oliveta per sensibilizzare le persone al contatto con la natura e con la sacralitĂ  delle piante e del territorio.
A seguire un piccolo aperitivo vegetariano con i prodotti dell'orto (orto privato del babbo) in azienda, con degustazione dei nostri vini e olio, a pagamento, e pubblicizzando l'evento con volantini.
I piatti vegetariani con prodotti dell'orto verrebbero preparati nella cucina del conduttore e somministrati in piatti e stoviglie usa e getta, considerando che tali locali non dispongono di alcun titolo sanitario (ad esclusione del locale vendita diretta).

Inoltre, un evento di questo tipo, potrebbe configurarsi come “somministrazione temporanea” svolta in azienda agricola nell'ambito dell'evento dedicato alla meditazione ?

Grazie

21
Vorremmo sapere se esiste una specifica normativa di riferimento per l'essiccazione naturale (all'aperto, sotto tettoia coperta) e artificiale delle piante (tramite essicatoi).
La nuova attività che dovrebbe essere avviata è relativa alla produzione e essiccazione di piante aromatiche, da affiancare all'attività già intrapresa di produzione e commercializzazione di Miele.
I prodotti finali saranno piante aromatiche essiccate in taglio tisana, per le cui formulazioni il soggetto si avvarrĂ  della consulanza di una dott.sa in erboristeria.
Vorremmo inoltre sapere quale sia la normativa di riferimento a livello igienico per la produzione di oli essenziali con distillatori in corrente di vapore.

22
Toscana / AUA
« il: 04 Aprile 2017, 08:57:56 »
L'Ente "Comune" deve presentare un'AUA.
Dalla Regione è stato detto che la richiesta deve passare dal SUAP (del medesimo Comune).
Ma è proprio così ????

Grazie

23
Toscana / Studio odontoiatrico
« il: 29 Marzo 2017, 16:53:21 »
In uno studio odontoiatrico, composto solo dal medico e senza dipendenti, si verificherĂ  una sostituzione del medico, restando invariati i locali e le attrezzature.
Che tipo di comunicazione deve presentare il nuovo odontoiatra ?
Grazie

24
Mi si è presentato il caso di una ditta individuale titolare di autorizzazione concessione di poseggio su area pubblica,, iscrittain CCIAA il 4/12/2009 che:
1) il 12/8/2010 affitta l'attivitĂ ,
2) il 16/8/2010 risulta cancellata dalla CCIAA,
3) il 6/12/2016, a seguito di disdetta del contratto di affitto, con SCIA di subingresso rientra in possesso dell'attivitĂ  indicando come dato di riferimento della CCIAA "non ancora iscritta",
4) il 9/12/2016 la suddetta ditta vende l'attivitĂ  ad un altro soggetto. Nella scrittura privata autenticata dal notaio si indicano i dati personali del cedente con il seguente riferimento all'impresa "giĂ  titolare di Partita IVA n. ...".
Da una verifica all'Agenzia delle Entrate nel quadro riferito alla ditta individuale, la partita IVA risulta  "attiva - sospesa per affitto d'azienda".
Premesso quanto sopra, chiedo:
- può una ditta cancellata in CCIAA rientrare in possesso e poi vendere un'attività commerciale ?
- è corretto che una ditta mantenga attiva la p.iva mantenendo anche l'iscrizione in CCIAA però con stato di attività inattiva o sospsesa, ma non cancellata ?
- il caso in cui un soggetto che avvia o subentra in un'attività e non è non ancora iscritto in CCIAA si verifica solo quando inizia l'attività imprenditoriale e non è stato precedentemente iscritto in CCIAA ?
- esiste un manuale dove si possono reperire informazioni in merito a questi casi particolari ?

Grazie.

25
SUAP / Suolo Pubblico
« il: 02 Gennaio 2017, 11:22:28 »
Le autorizzazione per occupazione di suolo pubblico da parte di un esercizio di somministrazione sono di competenza del SUAP o possono essere rilasciate dall'uff. tributi/COSAP ?
In caso di competenza del SUAP, le eventuali autorizzazioni rilascaite da ufficio diverso (precedute dall'esame di una commissione della quale fa parte anche il responsabile SUAP) possono essere dichiarate nulle ?

26
Toscana / requsiti affittacamere
« il: 14 Settembre 2016, 16:10:26 »
Buongiorno, avrei bisogno del Vs. parere in merito ai requisiti necessari previsti per l'esercizio dell'attivitĂ  di affittacamere.
In particolare la competenza amministrativa per le attivitĂ  ricettive, che spetta al Comune, comporta la verifica di quali requisiti essenziali ?
Ed ancora, può il soggetto titolare dell'impresa che esercita l'attività di affittacamere professionale, avere la propria residenza nello stesso immobile in cui viene esercitata l'attività ?

Grazie

27
Toscana / Decadenza attivitĂ  di affittacamere ???
« il: 22 Aprile 2016, 17:34:59 »
Chiedo consigli e chiarimenti su questo caso.
Lo scorso mese di luglio è stata emessa un'ordinanza di sospensione di un'affittacamere professionale per mancanza dei requisiti essenziali per l'esercizio dell'attività previsti dalla normativa (acqua, luce, gas per morosità) fino a che il titolare non avesse dimostrato di averli riattivati.
A tutt'oggi non è stata ricevuta alcuna comunicazione in merito.
La domanda è: se alla scadenza di 1 anno dalla notifica dell'ordinanza di sospensione non venisse dimostrata la riattivazione delle utenze, è possibile porcedere con la decadenza dell'attività ? e con quali riferimenti normativi ?

Grazie

28
Toscana / Dichiarazione mendace in Notifca sanitaria
« il: 16 Aprile 2016, 12:35:58 »
Nel caso in cui sia accertata una falsa dichiarazione resa in una Notifica sanitaria (Reg. CE 852), spetta all'ASL o al Comune fare la segnalazione di dichiarazione mendace ?

29
Toscana / Locazione turistica in azienda agricola
« il: 22 Marzo 2016, 14:07:01 »
Un'azienda agricola che non possiede alcun titolo abilitativo per l'attività di agriturismo, può effettuare la "locazione turistica" in appartamenti rurali che fanno parte della consistenza dell'azienda medesima?
Sotto il profilo tributario, si può configurare un'evasione a livello di imposta sugli immobili ?

30
Toscana / AttivitĂ  di pubblicitĂ  di azienda agricola
« il: 21 Marzo 2016, 10:48:14 »
Ho ricevuto un quesito in merito ad un'attività di promozione da parte di un'zienda agricola all’interno di un fondo in affitto in un centro urbano svolta di un dipendente della medesima azienda.
In pratica verrebbero mostrate mostra foto, brochure e storia dell’azienda ed invitati a visitare l’azienda e fare in azienda  le degustazione e comprare vino, con esclusione della vendita dei prodotti aziendali.

Potrebbe essere un'attvitĂ  libera ??
Grazie

Pagine: [1] 2 3